In Italia, l’industria alimentare e delle bevande è uno dei principali settori trainanti dell’economia nazionale. La digitalizzazione della produzione, anche se ancora a rilento, si sta affermando nelle aziende che producono e lavorano carni, latticini e derivati, prodotti da forno, alimenti confezionati, frutta e ortaggi, olii e grassi, amidi e amidacei.

In generale, gli investimenti correlati all’Industria 4.0 all’interno della filiera agroindustriale italiana sono principalmente cybersecurity e Cloud. Le aziende sono state incentivate, dal piano Industria 4.0, ad investire nella digitalizzazione e nelle nuove tecnologie IoT e IIoT.

Le nuove tecnologie non solo consentono di migliorare l’efficienza e la produttività attraverso l’interconnessione, ma contribuiscono anche a rendere le aziende più competitive incrementando la quota di mercato e la fedeltà dei clienti. La Legge di Bilancio 2019 proroga, nello stesso periodo temporale dell’iper-ammortamento, un aumento del 40% del costo per gli investimenti in beni immateriali con le caratteristiche riportate nell’allegato B alla legge 232/2016.

I vantaggi 4.0 per il food & beverage:

I vantaggi 4.0 per il food & beverage

Dall’utilizzo di macchine intelligenti, interconnesse e collegate a Internet, ovvero da quelle che, appunto, vengono definite tecnologie abilitanti dell’industria 4.0, dovrebbero derivare:

I principali benefici che le aziende ricevono dall’adozione delle tecnologie 4.0 sono:

  • riduzione dei costi di produzione e dei tempi;
  • miglioramento della produttività attraverso minori tempi di set-up, riduzione errori e fermi macchina;
  • aumento delle informazioni relative al processo produttivo;
  • miglioramento della qualità dei prodotti offerti e riduzione degli scarti;
  • personalizzazione e maggior coinvolgimento del cliente finale.
  • flessibilità nella produzione di piccoli lotti

Nonostante i grandi vantaggi, gli incentivi favoriti dall’Industria 4.0 sono sfruttati solo in minima parte poiché principalmente si nota la mancanza di competenze professionali in azienda, l’insufficienza delle risorse finanziarie ed infine la difficoltà di reperire informazioni sulle tecnologie 4.0.

Per dare impulso a questa trasformazione e per coinvolgere l’intero tessuto produttivo, sono necessarie risorse, investimenti e competenze, per mantenere e migliorare i primati che la manifattura italiana può vantare a livello Internazionale.

 

Soluzioni 4.0 per il food & beverage:

Soluzioni 4.0 per il food & beverage:

Le aziende del settore alimentare e delle bevande che hanno investito in beni immateriali 4.0 come il nostro software MES DMP hanno potuto, ad esempio:

  • automatizzare il flusso del processo produttivo delle varie linee di confezionamento per i prodotti commercializzati in bottiglie, lattine e fusti;
  • automatizzare il flusso delle varie postazioni;
  • monitorare lo stato avanzamento degli ordini di produzione tramite dichiarazione degli operatori di linea, lo stato della linea, gli scarti linea generati tra una postazione e l’altra, i fermi linea e le relative cause;
  • gestire la tracciabilità dei lotti;
  • integrarsi in modo parametrico con il sistema ERP aziendale;
  • implementare il collegamento tra il MES e le varie macchine della linea.

La scelta di queste aziende è stata fortemente influenzata da queste caratteristiche che rendono efficiente il software MES DMP:

  • Web-native e user-friendly;
  • Gestione in tempo reale dei dati;
  • Integrazione parametrica con il sistema ERP;
  • Copertura funzionale elevata;
  • Predisposizione per l’automazione con le macchine della linea.

Curioso di conoscere gli obiettivi che puoi raggiungere con DMP? Vieni a trovarci al CIBUS TEC o contattaci!